ironman: il mio inquilino precario


June 8th, 2015 di



christo

è andata bene anche la terza gara

ironman 70.3 di rapperswil

1. di categoria e 29. assoluto

termina il resoconto sportivo

inizia quello affettivo

la necessità di dare senso a tutti questi sforzi

violentare il territorio con scariche di endorfine

e sguardi incattiviti dalla fatica

a volte ci vuole un pizzico di umiltà

fermarsi ad ammirare cosa ci offre il percorso

durante il giro di ricognizione

rispettare qualche migliaio di anni di storia

antiche tradizioni e pietre che parlano

contadini che incitano migliaia di partecipanti

con campanacci e corni delle alpi

bambini usciti dalle fiabe che fanno tifo

la classifica inaridisce questa poetica

vorrei concedermi più tempo per una sosta

una riflessione sul senso della vita, del sacro e del territorio

lasciando dormire l’ironman che abita la mia mente

inquilino precario che non paga l’affitto

*** *** ***

foto scattata nei pressi di goldingen lungo il percorso della bicicletta

i risultati dell’ironman 70.3 di rapperswil è pur sempre un blog sportivo :-)

 

 

 

nicola spirig: osservare e imparare dai campioni


June 1st, 2015 di



nicola 1

nicola 2

nicola 3

è interessante osservare

i più forti atleti del mondo

mentre sono all’opera

c’è sempre qualcosa da imparare

questa volta è toccato

alla campionessa olimpica

nicola spirig

dall’osservazione allo studio

dallo studio alla messa in pratica

finché il gesto non diventa routine

una forma pressoché maniacale

quello che i campioni del mondo

mettono a disposizione dell’umanità

è semplicemente incredibile

*** *** ***

nicola spirig durante l’ultima frazione del triathlon di frauenfeld del 31.05.2015

grazie faris al sultan


May 26th, 2015 di



2012 Abu Dhabi Triathlon - Race Day

grazie faris al sultan

per aver vinto tanti ironman

quello delle hawaii über alles

barba e capelli lunghi

tanti peli sullo stomaco

una falcata a corsa

che inganna l’estetica

il costumino controtendenza

e lo spirito selvaggio

ora vedremo sempre più atleti

con banali tatuaggi

pelle e ossa senza peli

addominali come scudi

mascelle da ippopotamo

lontani dall’essenza animale

wildman vs ironman

più di altri meriti di riposare

nel pantheon degli dèi hawaiani

*** *** ***

uno dei tanti articoli sul ritiro dalle competizioni di faris al sultan