la profezia di gilijan oriet


July 21st, 2014 di



gilian torcia

 

gli atleti ironman

tanto per intenderci

gilian oriet e igor nastic

si sono allenati appaiati

per due intense settimane

nel SUD della svizzera

poi mr. gilian nel frattempo

diventato il profeta gilijan

è volato nella terra

dove vive la regina elisabetta

per cantare in bici anarchy in the UK

e graffiare la qualifica

per l’ironman delle hawaii

il profeta gilijan

maestro di osho

maharishi mahesh yogi

e del bradipo sid

ha scritto la sua profezia

sul muro che ha ospitato

l’ultima cena nella terra del SUD

prima di volare nella terra

dove vive la regina elisabetta

la sacra scrittura diventata virale

copiata sui muri virtuali

degli indispensabili social media

narra la seguente profezia:

“rendez-vous a kona-kailua”

ora aspettiamo le folle oceaniche

per il ritorno in patria

del profeta gilijan

*** *** ***

gilian oriet domenica 20 luglio è giunto 12.esimo assoluto all’ironman UK

nella prima pagina del “the bolton news” è l’atleta a sinistra

gilian oriet

saggio è colui che si ferma


July 6th, 2014 di



saggio è colui che si ferma

qualche settimana di smarrimento

le priorità non erano sportive

a volte viene prima la vita

quella propria  e quella altrui

allenamenti come fuga

da chi o da che cosa?

ora l’obiettivo è chiaro

come un’illusione ottica

cosa voglio dallo sport

cosa voglio dalla vita

ho meditato a lungo

il tempo di scattare una foto

di volatili in fila indiana nella mosella

c’è sempre qualcuno che tira il gruppo

e c’è sempre chi ne approfitta

una vita no draft è impossibile

pochi secondi per capire una cosa

saggio è colui che si ferma

 

 

 

terapia ciclistica di oltre otto ore


June 9th, 2014 di



riprendere ad allenarsi

dopo il ritiro di lanzarote

non è stato evidente

tra una marea di dubbi

e l’autostima sportiva

in caduta libera

così ho deciso di sottopormi

ad un’intensa terapia

pedalando per oltre 8 ore

con l’amico andrea zamboni

psichiatra dello sport di resistenza

casualmente abbiamo scelto

l’incantevole valle di blenio

con la seguente cronistoria

ble 1

nelle valli dove per millenni

l’essere umano si è confrontato

con la natura spesso ostile

e con la cultura materiale

non va banalizzato il senso del sacro

vanno rispettate ad ammirate le sue strutture

come la fiabesca chiesa di corzoneso

ble 2

una fontana racconta infinite storie

un gatto che riposa al fresco

la bucalettere delle poste svizzere

che andrebbe esposta

come minimo

al MOMA di new york

un motorino puch

che finché resiste c’è speranza

ble 3

quando la natura diventa

in-do-ma-bi-le

la bici va portata e maledetta

è troppo facile usufruire

di una delle più belle

invenzioni della storia

capovolgere i ruoli

permette di dare senso

alla combinazione di due ruote

senza cadere nella banalità

della pedalata ossessiva

ble 4

resistenza

persistenza

resilienza

creatività

mobilità

sono alcuni termini

di infiniti pensieri

che accompagnano

il superamento

di 200 alberi

che riposano sulla strada

ble 5

la vita e la morte

connubio di simboli

lontano dai centri

di frenesia e routine

ble 6

conquistare il piacere

di una merenda improvvisata

orrore per alcuni atleti

fedeli alla linea

ble 7

ripetere

10

20

100

volte

“quanto sono belli i prati fioriti”

ble 8

il premio di tanta fatica

malgrado i miei polpacci

non abbiano la forma

di chi grida aiuto

ble 9

quando ti senti finalmente pronto

per una conferenza sul realismo americano

ti rendi conto di aver bucato la ruota

ble 10

dal realismo americano

al realismo di torre

teoria e pratica

si danno battaglia

non mi resta che apprendere

come si cambia una camera d’aria

e dare buca ai pensieri

su edward hopper & friends

ble 11

una terapia ciclistica di oltre 8 ore

deve essere accompagnata

da almeno 14 gelati

e 3 stazioni di benzina

altrimenti tutto quello che ho scritto

non avrebbe alcun senso